Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
86

Dubai Expo 2020 in 10 punti: cosa sapere sulla prossima Esposizione Universale

Non manca molto ad Expo 2020 e a Dubai già si costruisce il futuro. Sarà la prima Esposizione Universale in un Paese del Medio Oriente e le sorprese non mancheranno. Ma, come in ogni evento atteso che si rispetti, a non mancare sono soprattutto le domande. Ecco tutto ciò che c’è da sapere sul Dubai Expo del 2020.

1) Quando si terrà l’Expo di Dubai 2020?

L’Expo si svolgerà dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021 coinvolgendo oltre 180 nazioni e, stando alle stime, la bellezza di 25 milioni di visitatori, il 70 % dei quali provenienti da Paesi diversi da quello ospitante. Il completamento dei lavori è previsto per fine 2019, in modo tale da facilitare i test e i controlli in vista della grande apertura.

L’Expo 2020 di Dubai coinciderà tra l’altro con i festeggiamenti del Gold Jubilee degli Emirati Arabi, il cinquantesimo “compleanno” del ricco Stato persico, la cui indipendenza dal Regno Unito venne sancita il 2 dicembre 1971. Il taglio del nastro è dunque alle porte.

VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Dopo l’Expo? Difficile predire il futuro con esattezza. Sicuramente gran parte delle strutture sarà trasformata in un polo di ricerca universitario all’avanguardia, dotato di centro congressi, musei, spazi espositivi, nonché numerosi servizi innovativi per studenti e ricercatori.

2) Qual è il tema di Expo Dubai 2020?

Connecting minds, creating the future” - “Collegare le menti, creare il futuro”. Molto più che un tema, una vera e propria mission con la quale l’Esibizione Universale intende richiamare lo spirito di collaborazione in nome dello sviluppo e dell’innovazione.

Sotto l’ombrello del tema catalizzatore di Dubai Expo 2020, si raccolgono tre “sotto-temi” che approfondiscono e motivano l’intento “creare il futuro”: sostenibilità, per un progresso che non comprometta la vita e i bisogni delle prossime generazioni; mobilità, per creare nuove e più efficienti connessioni (siano esse fisiche o virtuali) tra persone, comunità e Paesi; opportunità, da sbloccare a vantaggio del futuro dei popoli.

Logo expo 2020Una menzione anche per il logo, che incarna alla perfezione il tema di Expo 2020: un anello costituito da tanti piccoli cerchi concentrici che si uniscono fino a formare l’anello centrale. Simbolo di unità dei popoli e della continuità tra presente e futuro. A rendere ancora più affascinante la storia del logo è poi la sua origine.

Il disegno è infatti ispirato a un antico anello d’oro, di oltre 6.000 anni fa, ritrovato recentemente durante degli scavi archeologici nel deserto di Saruq Al Hadid, tra Dubai ed Abu Dhabi.

3) Qual è lo scopo di Expo Dubai 2020?

L’obiettivo, in continuità con il tema dell’evento, è proprio quello di raccogliere le idee di tutto il mondo e ispirare i partecipanti a mobilizzarsi su sfide condivise. Le idee dovranno semplificare la vita e migliorarne la qualità, senza dimenticare quanto è stato fatto con Expo 2015. Proposte e progetti saranno dunque sintetizzati in una visione comune per il nostro futuro. E a porre le basi di questo cambiamento è lo stesso sito di Expo 2020.

Metà dell’elettricità usata durante l’evento sarà interamente generata attraverso fonti rinnovabili, mentre il 90% del materiale da utilizzare nelle nuove costruzioni sarà riconvertito e riutilizzato da vecchi edifici e infrastrutture. Il Dubai Expo rappresenta inoltre l’occasione per incentivare occupazione e investimento: lo sviluppo sostenibile di attrazioni turistiche, spazi commerciali e residenziali creerà circa 277.000 nuovi posti di lavoro, il 40% dei quali destinati al settore del marketing turistico.

4) Dove si terrà Expo Dubai 2020?

L’area espositiva di Dubai 2020 sarà allestita in un nuovo quartiere fieristico, esteso su un’area di oltre 400 ettari, il Dubai Trade Center-Jebel Ali, situato nella zona adiacente al nuovo Aeroporto Internazionale Al Maktoum, il più grande scalo al mondo per numero di passeggeri (ben 160 milioni all’anno). La free-zone che circonderà il sito espositivo promette di essere servita dalla più innovativa rete di trasporti del pianeta e sarà divisa in sei distinti distretti (Distretto Aeronautico, Commerciale, del Golf, Logistico, Espositivo e Residenziale) più l’aeroporto e un Business Center destinato agli uffici di startup e grandi compagnie internazionali all’interno del Distretto Commerciale.

5) Come raggiungere il sito espositivo di Expo 2020?

Il sito dell’Esposizione Universale è equidistante dai centri di Dubai e Abu Dhabi, le città principali degli Emirati, perciò è facilmente raggiungibile da tutti e tre gli aeroporti: il Dubai World Central (DWC), il Dubai International Airport (DXB) e l’Abu Dhabi International Airport (AHU).Le infrastrutture che collegano i vari aeroporti con Dubai e le sue principali attrazioni sono già efficienti e affidabili. Tuttavia, per facilitare il trasporto da Abu Dhabi e Dubai, è in programma la realizzazione di un treno a dir poco fantascientifico. Si tratta dell’Hyperloop, il treno a capsule alimentato a pannelli solari in grado di collegare le due metropoli (distanti 157 km) in soli 12 minuti!

6) Come sarà organizzato il sito espositivo di Expo 2020?

Quali saranno i padiglioni da non perdere? Stando alle prime indiscrezioni, il progetto è in parte ispirato alla logica del tradizionale mercato arabo, il souk, nel quale ogni particolare genere di merce e derrata è ospitato in un diverso settore.Al centro del sito la grande piazza centrale Al Wasl (nome antico di Dubai), da cui si dipartono gli spazi espositivi. Al centro della piazza i padiglioni più piccoli, lungo il perimetro i più grandi che si estendono come grandi petali.

expo dubai 2020 projectTre i padiglioni principali, ognuno dedicato ad una delle principale aree tematiche descritte poc’anzi: sostenibilità, mobilità e opportunità. Il Padiglione Sostenibilità sarà formato da una serie di strutture a forma di piatto, rivestite da pannelli fotovoltaici. Ospiterà gli ultimi ritrovati in materia di fonti rinnovabili e innovazione energetica. Il trifoglio è invece il design che distinguerà il Padiglione Mobilità, che sarà quindi attorniato da un grosso piazzale decorato da animazioni e giochi di luci.

Curioso il progetto del Padiglione Opportunità: una sorta di piramide rovesciata, con aperture, passaggi e persino un giardino coperto che sarà la “casa” di eventi e spettacoli a tema. Tra i petali troveranno sistemazione anche altri importanti padiglioni di Expo Dubai 2020, vale a dire il Padiglione di Benvenuto, il Padiglione dell’Innovazione e il Padiglione UAE (Emirati Arabi Uniti).La “misura” del progetto? Circa 4 km di lunghezza e 1,8 di ampiezza. Ma nonostante le dimensioni, l’area espositiva sembra essere disegnata per essere accessibile ed esplorata interamente a piedi.

7) Cosa visitare a Dubai durante Expo 2020?

Non solo padiglioni. Dubai è una metropoli in piena evoluzione e trasformazione. In vista dell’evento clou sono tante le attrazioni in cantiere. Tra queste spicca (in ogni senso) la Torre di Calatrava, destinata a ridefinire la skyline della città, divenendo il grattacielo più alto al mondo. Vertiginosa anche l’opera The Frame, una vera e propria “cornice” composta da due torri alte circa 150 metri, collegate da un ponte di 100 metri. 

Entro il 2020 molte aree verranno riqualificate e affianco ai complessi già presenti a Dubai nasceranno un enorme centro commerciale (il Mall of the World)  con un parco di divertimento all’interno, una cittadella della salute con cliniche e centri di ricerca e una città/porto ecosostenibile nella storica zona di Dubai Creek. Queste, e non solo, le attrazioni da non perdere durante Expo 2020.

In fermento anche Abu Dhabi. La capitale degli Emirati ospiterà un’intera isola dedicata alla cultura e, in particolar modo, i musei. Le opere in cantiere sono un polo distaccato del Louvre firmato Jean Nouvel, un Guggenheim Museum dalla mirabolante architettura neobarocca e lo Zayed Museum dedicato alla storia degli Emirati.

8) Dove acquistare i biglietti per Expo 2020?

Al momento i biglietti non sono ancora disponibili ed è difficile dare indicazioni precise a riguardo. Il consiglio è quello di controllare il sito ufficiale e non perdere gli aggiornamenti. Nel portale online dedicato è già possibile ad esempio consultare tutti gli eventi di avvicinamento, i comunicati stampa e avere dettagli sulle iniziative. 

9) Dove alloggiare durante Expo 2020?

La grande affluenza stimata ha spinto la macchina alberghiera degli Emirati a potenziare e incrementare il numero di strutture. Le previsioni parlano di un aumento di quasi 40.000 stanze d’hotel, dalle attuali 65.000 ad oltre 100.000. Ai nuovi alberghi, va poi aggiunta l’opera di rinnovo e ammodernamento delle strutture già presenti. Se si ha fretta di prenotare, ecco alcuni tra i più apprezzati alberghi economici di Dubai: Monaco Hotel, Ramada Deira e Raddison Park Inn nel quartiere di Deira (a Nord), il Gateway Hotel in Bur Dubai, più vicino al sito dell’Expo 2020, e il City Premiere, tra la flotta di grattacieli della Business Bay.

10) Cosa fare a Dubai se non si è interessati all’Esposizione?

Expo o non Expo, Dubai vale già da sé il prezzo del biglietto. La ricca metropoli mediorientale è un compendio di magnificenze architettoniche e incanti naturali. Le attrazioni sono tante, da Deira Dubai a Downtown Dubai, passando per Business Town, Marina e la storica Al Bastakiya, la parte antica della città sapientemente ricostruita e riconsegnata al presente.

Burj Khalifa 1Gli edifici più famosi sono il Burj Khalifa, il cui record di altezza sarà soppiantata dalla Torre Calatrava, e il Burj al-Arab, un hotel super-lusso dalla caratteristica forma a vela, affacciato sul Golfo Persico. Non meno affascinanti sono le Fontane danzanti e lo zoo sottomarino, entrambe all’interno del Dubai Mall, avveniristico centro commerciale nel cuore della metropoli. Dubai è anche cultura, religione e natura, tra  safari nel deserto, crociere e bellissime quanto assolate spiagge.

Per queste e altre attrazioni è possibile acquistare i biglietti salta la coda già da ora!

Le risposte ci sono tutte, non resta che aspettare!

86
Quanto ti è stato utile questo articolo?
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI Dubai è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0